GALLERY

Una corsa fantastica ambientata in un paesaggio altrettanto unico ed esclusivo. Eccone un assaggio

Contatti

  • Grey Facebook Icon

Bi@Bike Event Asd

Via G.C. Pellegrini Cipolla

37039 - Tregnago - Verona

CF e P.Iva: 04294340239

 

+39 389 683 0480

granfondotrevalli@gmail.com

privacy policy - cookie policy

COME GESTIRE LA GRANFONDO SENZA FARE ERRORI?

Ultimo appuntamento, forse il piu' atteso... ormai ci siamo... la Tre valli è alle porte e il dottor Marcello Pavarin ci offre alcuni preziosi consigli su come comportarsi prima e durante la Tre Valli: colazione, riscaldamento, partenza ed integrazione.

 

 

Ed eccoci a poco dalla "Tre Valli". La condizione ormai è buona perché ti sei allenato tutto l’inverno, hai seguito tabelle di lavoro ed un'alimentazione bilanciata. Ma il giorno della gara come ti comporti? Sei sicuro di non fare errori che vanificano tutte le fatiche fatte fino a qui?

 

Iniziamo dalla colazione pre-gara, che deve essere leggera ma allo stesso tempo energetica. Non deve differire troppo da quella abituale (fette biscottate, marmellata e cereali sono sufficienti per una gara di 2 ore, 2 ore e 30). L'importante é mangiare almeno 2 ore e 30 prima della partenza della gara. Uno o due caffè possono essere bevuti  prima della partenza o anche a conclusione della colazione.

 

Passiamo alla fase di riscaldamento pre-gara, la quale ha un ruolo fondamentale nella buona riuscita della performance. Il corpo umano, infatti, ha bisogno di raggiungere la giusta temperatura affinchè i processi metabolici richiesti dalla gara possano avvenire al meglio. Se questa fase per qualche ragione si salta, fino a che la corretta temperatura corporea non sarà raggiunta, lo smaltimento di acido lattico sarà rallentato e di conseguenza il suo accumulo provocherà uno stop forzato il quale danneggerà la prestazione di gara.

 

Per questo si rende necessario pedalare per almeno mezzora prima di mettersi in griglia, facendo anche delle progressioni a toccare la soglia. Una volta raggiunta la temperatura adeguata ed attivati tutti i processi metabolici necessari alla gara, questi permarranno fino alla partenza. Non sarà quindi un problema se prima della partenza lo stop in griglia sarà di 20-25 minuti.


Una volta partiti è molto importante non esagerare. Certo é che dopo il riscaldamento siete pronti, ma la foga del gruppo e della prima parte di gara molto spesso fanno spingere oltre i propri limiti inibendo la sensazione di fatica. Quando questa  però arriva, è ormai  tardi e l’acido lattico accumulato sarà troppo. Consiglio di partire quindi con moderazione, assestandosi sui propri valori limite già nella prima salita. E’ molto più efficace, in termini cronometrici, spingere forte nella seconda parte di gara e chiudere la corsa in crescendo piuttosto che ritrovarsi in deficit energetico a metà gara.

 

In gara non dimenticatevi mai di bere. Una borraccia ogni 40’, per una corsa relativamente fresca come la tre valli, può bastare. Meglio se con maltodestrine, che potranno essere immediatamente usate come energia dal fisico. Panini e barrette ritengo siano un surplus in una corsa di 2 ore e 30 circa. Meglio qualche gel energetico, di più rapida assimilazione e utilizzo.

 

In questa Tre Valli 2019 provate a seguire questi piccoli consigli e vedrete  che la performance migliorerà.

Per maggiori informazioni o suggerimenti al riguardo contattare direttamente l'autore di questo articolo:

 

Dottor Marcello Pavarin

Mail: powerandride@gmail.com
Telefono: 3490630050
Facebook: www.facebook.com/marcello.pavarin

Chi e Marcello Pavarin?

 

Luogo e anno di nascita: nato a Rovigo nel 1986 ,
Titolo di studio: Laurea in Scienze Motorie conseguita presso l'Università di Ferrara
 
Qualifiche sportive riconosciute
- Allenatore di atletica di primo livello FIDAL
- Maestro MTB di primo livello FCI. Secondo livello in fase di conseguimento
- Giuda Ciclosportiva FCI
- Istruttore FCI
 
Specializzazione
Preparatore atletico e biomeccanico
 
Carriera e palmares sportivo
- Ciclista  Professionista su strada dal 2009 al 2012 (Colnago e Vacansoleil).
- Anno 2000: campione italiano inseguimento a squadre e secondo nella velocità.
- Maglia azzurra nel 2008 al giro delle Regioni e allo Zlm Tour.    
- oltre 50 vittorie in carriera.
- Nel 2013 passaggio al fuoristrada prima nel ciclocross e poi nella MTB
- Attualmente atleta del team Bottecchia Factory Team
 
Attuali incarichi professionali
- preparatore atletico team professionistico Unieuro Wilier Trevigiani e della squadra juniores Villadose Angelo Gomme.
- Allenatore    di    atletica    presso    Confindustria    Atletica    Rovigo.
- Titolare del centro di preparazione atletica e valutazione funzionale "Power and Ride"

Please reload

Recent Posts
Please reload

ARCHIVIO